Casa Irene

Borgomanero, via Borgomanero

Il progetto è nato dalla necessità di avere a disposizione una struttura adeguata alle normative vigenti per offrire accoglienza, ascolto, sostegno e accompagnamento verso il reinserimento nel tessuto sociale a donne che hanno subito violenza e a donne e bambini con gravi problematiche di disagio sociale. L’esigenza di una “comunità mamma-bambino” è stata confermata da un’indagine condotta nei consorzi dei servizi sociali di Borgomanero, del Cusio e delle province limitrofe. Casa Irene sta vedendo la luce su un terreno di circa tremila metri quadrati nella parte Nord di Borgomanero, subito dopo l’IperCoop. Il progetto è stato elaborato gratuitamente dai professionisti Marco Preti e Carlo Quirico. La capienza massima del presidio è di 14 persone che hanno bisogno di assistenza, tutela e sostegno. Saranno accolti nuclei di mamme (sia italiane che straniere) e bambini (di ambo i sessi e di età compresa tra zero e 11 anni) provenienti dal territorio cittadino e non, con o senza provvedimento del Tribunale dei Minori, e comunque inviati dai Servizi Sociali.