GRAZIE DON GIULIANO, BENVENUTO DON SILVANO

 

Grazie, caro amico don Giuliano, per essere stato non solo profeta in campo educativo, ma anche maestro e testimone nell’annuncio della Sua Parola. Sei per me e per tante persone la bussola, il faro che domenica dopo domenica sa tradurre la Parola di Dio in quotidianità di vita.
A noi, sempre di fretta, a volte anche in ritardo, timorosi nel sederci al primo banco, frastornati come siamo da messaggi che i mass media e i social ci inviano per invitarci ad avere sempre di più, a chiuderci sempre di più nelle nostre mura protette, a noi tu hai sempre indicato in modo chiaro, senza sconti o compromessi, a volte in modo forte e provocante per scuoterci, per svegliarci, che il Dio di Gesù è un Dio che ama e perdona. Un Gesù che non si ferma al Venerdì Santo con la sua morte in croce, ma risorge, un Dio che è amore e vita e che vuole che noi possiamo godere di questo immenso dono che è la vita, ma “insieme” per far sì che tutti possano vivere in pienezza questo dono, e quindi aprendoci agli altri, a chi vive nel bisogno, nella certezza che l’Eucarestia deve portarci al servizio, alla lavanda dei piedi. Quante volte ci hai ricordato le Beatitudini, la parabola del figliol prodigo, del buon samaritano, per farci capire che Dio è per noi Padre e noi siamo figli amati dal Padre.
Grazie per questa chiesa giovane, per la fiducia che hai sempre dato ai giovani, grazie per la condivisione e l’appoggio ai progetti dell’associazione Mamre, grazie di cuore don Giuliano, caro amico.
E ricorda che voglio, vogliamo continuare a dirti grazie!
E a don Silvano un benvenuto di cuore; avrà capito che siamo un’assemblea esigente, ma siamo consapevoli che abbiamo bisogno di crescere come cristiani, di essere guidati e accompagnati e siamo certi che con lei e con don Giuliano tutti capiremo di che Amore Dio ci avvolge.
Caro don Silvano, le vogliamo già tanto bene.

Mario Metti

Questo slideshow richiede JavaScript.

Questa voce è stata pubblicata in Comunicati stampa. Contrassegna il permalink.