DITE SE QUESTO È UN UOMO A BIHAC di MARIO METTI

Dite se questo è un uomo
costretto a lasciare la sua patria
martoriata dalla guerra,
perseguitato, minacciato,
alla ricerca del pane quotidiano. 
In uno zaino poche cose,
tentar di notte di superare il confine
per arrivare dove ti aspetta il fratello.
Uomo, donna, bambino, non importa:
fermati, derubati, picchiati, riportati indietro
e ancora, anche quando il filo spinato è valicato,
alla donna che chiede cibo per il figlio affamato,
a chi come lei ha vissuto la tragedia della guerra,
la risposta è la chiamata alla polizia 
che cancella con le botte e il rientro forzato
le sue speranze,
Dite se questo è uomo, donna, bambino
che vive lontano dalla casa
in una tenda nera come spazzatura in un grande sacco.
Poi all’improvviso appare un viso:
è una bimba che sorride,
forse vuole dire
«voglio vivere!»
Questa voce è stata pubblicata in Documenti, Testimonianze. Contrassegna il permalink.